INCROCI N. 4

Macchina giapponese, ibrida, scintillante. Targata FA….. Nuovissima.

A bordo una giovane coppia. Guida lei e lui si affanna a controllare il sedile dietro, dove un bambino si agita dentro il seggiolino d’ordinanza.

“Te lo dicevo, non gli piace il seggiolino”

“Si dovrà abituare, non cominciamo coi vizi”

“Ma potevi tenerlo in braccio, e guidavo io, no? In fondo è così piccolo”

“Lo sai, ci sono delle regole, non possiamo cominciare a infrangerle.”

“Sì, le regole, come se per noi valessero qualcosa, dai. Con tutte quelle che abbiamo infranto.”

“Cosa c’entra, sapevamo che si stava facendo qualcosa di sbagliato, fuori dal coro. Io ci credo, alle regole. E ringrazio i miei genitori per avermele insegnate”

“Così hai potuto infrangerle?”

“Sì, proprio così. Se mi avessero lasciato fare tutto quello che volevo, non avrei visto il bene e il male, ma tutto mi sarebbe sembrato giusto. E non avrei avuto il diritto di sbagliare, ma solo una strada piena di sì.”

“Dai, Lorenzo ha solo undici mesi, cosa vuoi che capisca di seggiolini dell’automobile. Se dovessi prenderlo in braccio, sarebbe solo felice. Io credo che sia meraviglioso dargli tutta la strada in discesa, liscia. Ne avrà del tempo per scontrarsi con la realtà.”

“Ma se non capisce subito che ci sono piccoli e grandi ostacoli da superare, al primo intoppo sai che male, e io voglio che si alleni subito, per essere forte dopo.”

“Hai tutte le risposte, tu.”

“No, sono piena di paure, come te.”

“Posso almeno massaggiargli i piedi?”

“Ma sì, dai, quelle sono coccole, e gli fanno solo bene”

“Mmmmmm…guarda come sorride, il nostro ometto”

“Non chiamarlo ometto, si chiama Lorenzo”

“Dai, rilassati, non ne faccio una giusta, eh.”

“No, scusa. E’ che ho paura. Di tutto. Paure che si moltiplicano ad ogni novità. E con lui le novità sono tantissime.”

“Paura tu? Non si direbbe. Mi urli dietro ogni giorno e pensavo avessi ben chiare nella mente le tavole della legge.”

“Mi prendi in giro, eh. Lo sai che sono debole”.

“Lo sai che nessuno se ne accorge che sei debole. Io, forse, qualche volta. Rara.”

“Ma mi ami anche se sbaglio?”

“Ma ti sembrano domande da fare? Con tutti gli sbagli che facciamo, ci mancherebbe, dovremmo odiarci.”

“Lorenzo è la risposta migliore, vero?

“Vero”

hyundai-ix20-sedili-posteriori-con-seggiolino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...